Coca Cola Life

Coca Cola Life

Etichetta verde scuro, disponibile in lattina da 330 ml o in bottiglia da 500 ml e 1.75 litri, la Coca Cola Life è la nuova bevanda lanciata dalla Coca Cola Company. Ha 89 calorie (contro le 139 della bevanda tradizionale) e un contenuto di zucchero 3 volte inferiore a quello della Coca-Cola tradizionale, grazie all’impiego della stevia, pianta della famiglia dei crisantemi originaria del Paraguay. La stevia ha nelle sue foglie una fonte di dolcezza, usata da tempo da alcune popolazioni indigene dell’America Latina. Ci sono diversi sistemi per estrarre la stevia, su cui molte multinazionali hanno speso e stanno spendendo grandi quantità di denaro per trovare una valida alternativa ai dolcificanti sintetici, come l’aspartame. La versione di stevia usata in Coca-Cola Life si chiama Truvia ed è prodotta da Cargill. L’estrazione avviene con un processo fisico e non chimico. Per produrre l’estratto di stevia, le foglie sono raccolte ed essiccate, nel momento della loro massima intensità. In un processo simile all’infusione del tè, le foglie essiccate sono immerse nell’acqua per liberare la sostanza dolce contenuta nella foglia. L’ingrediente finito è un edulcorante da usare in combinazione con altri dolcificanti naturali come zucchero e succo di frutta per produrre bevande a basso o ridotto contenuto calorico, che non rinunciano al piacere del gusto dolce. L’edulcorante estratto dalla stevia ha, infatti, un potere dolcificante circa 200 volte superiore rispetto a quello dello zucchero, ma non aggiunge calorie. Non è né tossica né cancerogena, così come stabilito nel 2011 dall’Efsa (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) che ne ha consentito la commercializzazione in Europa. Ha però un sapore persistente di liquirizia, che deve essere contrastato con altri aromi per evitare che alteri il gusto degli alimenti in cui è utilizzata, e su questo la società si è impegnata per anni per trovare la giusta miscela di ingredienti per mantenersi il più possibile fedele al gusto classico della Coca Cola. Coca Cola Life è la prima bevanda del colosso americano che non contiene “aspartame” (elencato invece tra gli ingredienti di Coca Cola Diet e Zero) e non riporta la dicitura “diet”. La sua immissione sul mercato probabilmente si deve alla volontà della Coca Cola Company di andare incontro alla crescente domanda dei consumatori sul fronte di bibite meno zuccherate e caloriche nella lotta contro l’obesità. Ma far passare il messaggio che questo tipo di bevanda sia salutare non è del tutto corretto, perché pur non contenendo aspartame, e pur avendo un ridotto contenuto calorico, la Life contiene comunque coloranti, caffeina, acido fosforico e il 19% del nostro fabbisogno giornaliero di zuccheri. Pensate che anche la scelta del colore non è casuale. La professoressa Sandra Jones, direttrice del Centre for Health and Social Research presso l’Australian Catholic University, intervistata quando la Coca Cola Life stava per essere immessa sul mercato australiano, ha ricordato che “un recente studio europeo ha scoperto che la gente beve meno lattine contraddistinte dal colore rosso, rispetto a quelle di colore verde. Per il subconscio il rosso funge da segnale di pericolo“. Inoltre avere a disposizione una bevanda con meno calorie può rappresentare un problema, più che una soluzione, per chi è attento alle calorie e vuole perdere peso. Le persone tendono a consumare quantità maggiori di cibo quando lo reputano salutare, e un prodotto che viene fatto passare per salutare può portare la gente a consumare una quantità maggiore di calorie.